Incontro a Ischia di Castro: “No alla speculazione geotermica”

Due onorevoli, altrettanti consiglieri regionali, più di venti sindaci, una decina tra comitati e associazioni, oltre duecento persone a fare da pubblico. Questi i numeri dell’assemblea aperta promossa dal comitato “Farnese – Ambiente, salute e territorio”, svoltasi ad Ischia di Castro lo scorso lunedì pomeriggio nel salone dell’auditorium comunale

Incontro a Ischia di Castro: “No alla speculazione geotermica”

Tema del giorno: “No alla geotermia”. Argomento ampiamente sviscerato in apertura dai rappresentanti del gruppo di lavoro farnesano. E proprio sulla geotermia a media-alta entalpia (quella cioè destinata alla produzione di energia elettrica) si è concentrato l’intero dibattito della tavola rotonda. “La Tuscia è sotto assedio – ha ricordato il Comitato – solamente nel raggio […]

Geotermia Toscana, interviene la rete Nogesi: tutto da rifare!

La Rete NoGESI contesta le “Linee guida delle ANI (Aree Non Idonee alla Geotermia)”: in ritardo e carenti, non è questa la strada per risolvere il problema

Geotermia Toscana, interviene la rete Nogesi: tutto da rifare!

Si può condensare il giudizio della Rete NoGESI sulle Linee guida delle ANI (Aree Non Idonee alla Geotermia), approvate con la Delibera di Giunta regionale Toscana n. 516 il 15 maggio scorso, parafrasando un “toscanaccio” come Bartali: «L’è tutto sbagliato, l’è tutto da rifare!». Recepire le disposizioni del DM Mise del 10/9/2010 con 7 anni […]

Geotermia Toscana, contraddizioni e limiti di un Pd allo sbando

Una apparente confusione nel partito di governo mostra luci ed ombre con fatti e dichiarazioni in continua contraddizione. C’è un problema elezioni?

Geotermia Toscana, contraddizioni e limiti di un Pd allo sbando

Negli ultimi tempi assistiamo sul tema della geotermia, sorpresi ma non troppo, al rincorrersi di avvenimenti e dichiarazioni di amministratori locali del PD che non sembrano appartenere allo stesso partito, con posizioni talvolta opposte tra loro ed anche in contraddizione con posizioni assunte in precedenza. Dai sindaci dell’area tradizionale geotermica (Larderello/Pomarance) arrivano grida di guerra […]

Nel Lazio si moltiplicano i progetti geotermici

La geotermia è annoverata tra le energie rinnovabili, ma non è una forma di energia sostenibile, in quanto presenta numerose criticità per l’ambiente e per la vita della popolazione

Nel Lazio si moltiplicano i progetti geotermici

La direttiva europea 2009/28 CE, però, non distingue tra energie sostenibili e non sostenibili, mentre in realtà esistono grandi differenze tra le une e le altre. Infatti per uso domestico, cioè piccoli impianti che non richiedono scavi a grandi profondità, lo sfruttamento della geotermia è conclamato dalla comunità scientifica, come sostenibile. Ciò che non è […]

Castel Giorgio, ad un anno dal terremoto ancora la minaccia della geotermia

Il terremoto del 30 maggio dello scorso anno ha lasciato tracce a Castel Giorgio e Torre Alfina. Oltre agli immobili seriamente lesionati e a settimane passate a dormire fuori, anche una grande e diffusa paura, accompagnata da seri problemi psicologici per mesi, ancora fino ad oggi

Castel Giorgio, ad un anno dal terremoto ancora la minaccia della geotermia

Le scene del grande terremoto di agosto, ottobre e gennaio tra Umbria, Marche e Lazio, hanno poi ancora di più accresciuto nella gente i timori connessi alla nota delicatezza sismica dei nostri territori. Ma le paure per il futuro sono seriamente aggravate dalla minaccia rappresentata dall’ impianto geotermico. Il terremoto di Castel Giorgio, di magnitudo […]

Geotermia, ragioniamo sui fatti non sulle fantasie

A quanti sono amministrati da Sindaci che invocano altre centrali geotermiche: ragioniamo sui fatti, non sulle fantasie

Geotermia, ragioniamo sui fatti non sulle fantasie

Assecondare la richiesta di altre centrali geotermoelettriche, come stanno chiedendo a gran voce i Sindaci di Pomarance, Castelnuovo e Montecatini Val di Cecina, accompagnati da altri sindaci dell’alta Maremma e Amiata, significa volere caratterizzare ulteriormente i territori come aree industriali del tutto simili a quelle storiche dell’alta Val di Cecina, ormai sacrificate alla monocoltura geotermica. […]

Geotermia: la Maremma in rivolta contesta ogni ipotesi di nuove centrali

Marras, capogruppo del PD in Regione Toscana, prova a tranquillizzare e corregge il tiro sulle aree non idonee, ma non sana le contraddizioni. Almeno Magliano e Montenero escluse dalle centrali geotermiche

Geotermia: la Maremma in rivolta contesta ogni ipotesi di nuove centrali

Clima surriscaldato sabato 6 maggio a Magliano in Toscana nell’incontro – molto partecipato – sulla geotermia moderato dal premio Nobel Riccardo Valentini che ha visto gli interventi di Fedora Quattrocchi, dirigente INGV, Aurelio Cupelli della Rete Geotermica, di Roberto Barocci del Forum Ambientalista e Rete NoGESI e Leonardo Marras, capogruppo PD regionale. Il cuore della […]

Emergenza mercurio, interviene l’Autorità Bacino del Fiume Tevere

Emergenza mercurio sulle aste del Paglia/Tevere: dopo un tentativo di “difesa” da parte di ENEL Green Power, interviene l’Autorità di Bacino del Tevere. Plauso della Rete Nazionale NOGESI

Emergenza mercurio, interviene l’Autorità Bacino del Fiume Tevere

In data 19.04.2017, ENEL Green Power, in risposta alla campagna di denuncia che i comuni interessati – sostenuti dalla Rete Nazionale NOGESi – stanno portando avanti circa il contributo delle centrali geotermiche dell’Amiata nell’inquinamento da mercurio, in un suo comunicato stampa “smentisce nella maniera più categorica” il contributo della produzione geotermica, ma comunque si dichiara […]

Mercurio e centrali geotermiche: quando la toppa è peggio del buco

A seguito dei recenti convegni, dopo quello di Orvieto, che la Rete Nazionale NOGESI ha organizzato ad Abbadia S. Salvatore e ad Acquapendente in merito all'inquinamento da mercurio del fiume Paglia, l'Enel il 19 aprile u.s. con un comunicato (vedi sotto) si è evidentemente sentita in dovere di rispondere (ad "alcuni soggetti"). Ma la toppa, come spesso accade, è peggio del buco, come di seguito illustriamo

Mercurio e centrali geotermiche: quando la toppa è peggio del buco

L’Enel scrive che i nuovi impianti AMIS di abbattimento del mercurio installati di recente nelle centrali geotermiche dell’Amiata consentono di abbattere la quasi totalità di tale inquinante e che le centrali dell’Enel non c’entrano con l’inquinamento accertato del fiume Paglia, che arriva al Tevere e fino al mar Tirreno. Intanto c’è da prendere atto che […]

Geotermia, assalto alla diligenza con la complicità del postiglione

A fronte dell'opposizione delle popolazione coinvolte e con il timore che la zonazione sottragga i territori alla speculazione, Enel e nuovi (im)prenditori accelerano le procedure, complici i poteri centrali e regionali

Geotermia, assalto alla diligenza con la complicità del postiglione

Sfatato ormai il mito della geotermia pulita e rinnovabile, si fa avanti la consapevolezza che le centrali, sia ad alta che a media entalpia, possono produrre danni all’ambiente e alla salute. Dovunque si avvii la progettazione di un impianto, puntualmente i cittadini si organizzano in comitato e, sempre più spesso, con il supporto dei sindaci […]

Dall’Amiata alla Valle del Tevere: l’inquinamento da mercurio lungo il fiume Paglia

Sabato 8 aprile 2017 ore 14,30-19,30 ad Acquapendente (Viterbo) presso il cinema teatro Olympia si terrà un convegno sul tema “Dall’Amiata alla Valle del Tevere: l’inquinamento da mercurio lungo il Fiume Paglia”, organizzato dal Comune di Acquapendente con la collaborazione della Rete Nazionale NOGESI

Dall’Amiata alla Valle del Tevere: l’inquinamento da mercurio lungo il fiume Paglia

Sarà un pomeriggio di analisi e approfondimento delle tematiche della geotermia nel Monte Amiata, delle loro emissioni in atmosfera di inquinanti, con effetti sulla salute dei cittadini, sull’ambiente, sull’inquinamento da mercurio sul territorio dei comuni dell’Alto Lazio e dell’Umbria. Il Monte Amiata è al centro di un ecosistema a rischio, la cui salvaguardia e valorizzazione […]

E’ ora di tutelare e valorizzare l’altopiano dell’Alfina

Il 14 marzo scorso si è celebrata la prima edizione della Giornata del Paesaggio pubblicizzata dalla campagna social #paesaggioitaliano andata in onda sulle reti Rai. In una nota diffusa dal Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo si legge che «la tutela del Paesaggio e la memoria storica costituiscono valori culturali essenziali per uno sviluppo consapevole del territorio». Peccato che la realtà quotidiana ci offre uno spaccato dell’Italia ben differente

E’ ora di tutelare e valorizzare l’altopiano dell’Alfina

Lo stesso paesaggio a cui si è scelto di dedicare una giornata è offeso, deturpato e svilito con costanza indefessa. Perfino fra il 2008 e il 2013, negli anni più neri della crisi recente, molte città grandi e piccole hanno divorato ettari di suolo: 45 ettari al giorno, secondo i dati ufficiali Istat. E questo […]

Un convegno per rilanciare una geotermia avversata dai cittadini

Il Governo pensava di rimuovere gli ostacoli con il referendum costituzionale, che toglieva alle regioni le competenze sull’energia, ma la “batosta” data dagli elettori con il “no” sta ora costringendo il Ministero a varie manovre per aggirare il problema. Tra le quali la proposta di un decreto che “semplificherebbe” le procedure di VIA riducendo brutalmente l’intervento del pubblico e delle associazioni di cittadini nelle procedure autorizzative. In aperto contrasto con la Convenzione europea di Aarhus

Un convegno per rilanciare una geotermia avversata dai cittadini

A Ravenna il 31 Marzo ci sarà un convegno sullo sfruttamento della risorsa geotermica, intitolato: ”Risorsa Geotermica: la situazione attuale e gli sviluppi futuri”. Organizzatore il Ministero per lo Sviluppo Economico. Un convegno che interviene a fare il punto sul tema e a tentare un rilancio della geotermia, ostacolata dalle procedure “regionali” e dall’avversione crescente […]

Geotermia, termalismo, discariche e biogas nella Tuscia

Un incontro pubblico sulla tutela della salute, tutela ambientale e della trasparenza. Appuntamento giovedì 23 marzo dalle 16.00 alle 19.00 Viterbo, via Garbini 80 bis (nella seda dell’Associazione solidarietà cittadina)

Geotermia, termalismo, discariche e biogas nella Tuscia

Incontro pubblico Appuntamento Giovedì 23 marzo dalle 16.00 alle 19.00 Viterbo, via Garbini 80 bis (nella seda dell’Associazione solidarietà cittadina) Argomenti trattati: Geotermia, pozzi geotermici, terme e termalismo, cave, discariche, biomasse, biogas, pirogassificatori, Progetti Geotermici: Lago di Vico, Ischia di Castro, Castel Giorgio, Amiata, Provincia di Pisa   Interverranno come relatori : Carlo Leoni (Salviamo la Toscana dalla […]

Caprarola dice NO alla realizzazione di pozzi geotermici

Il sindaco Stelliferi: "I lavori metterebbero a rischio le produzioni agricole, con gravissimi danni per l'economia"

Caprarola dice NO alla realizzazione di pozzi geotermici

Si è svolta mercoledì 15 marzo in Regione Lazio la prima conferenza dei servizi finalizzata a ottenere, da parte della società Geothermics Italy, l’autorizzazione a effettuare due pozzi geotermici nel territorio del Comune di Caprarola: uno in  località Li Piani e l’altro in località Servelli. Oltre ai Comuni di Caprarola e di Carbognano e alla Provincia di Viterbo, erano presenti rappresentanti di associazioni, […]