È giusto che la nostra casa rispecchi i nostri gusti il più possibile. Certo, in fase di ristrutturazione o di costruzione non sempre è facile adempiere a questo compito, anche perché la scelta dei dettagli è davvero ampia.

E a proposito di personalizzazione, se c’è un luogo della casa che merita un’attenzione particolare questo è senza dubbio il bagno. Basta davvero poco per trasformare il bagno da un ambiente anonimo e solamente funzionale ad una zona che può catturare l’attenzione.

Come scegliere le piastrelle del bagno

Purtroppo non esiste il manuale perfetto per la scelta delle mattonelle del bagno ma c’è qualche indicazione che se seguita può aiutare a facilitare il processo di scelta. Innanzi tutto la dimensione delle mattonelle è importante: le piastrelle grandi possono aiutare a far sembrare un ambiente piccolo più grande, se invece volete far apparire il soffitto più alto, invece di ricoprire tutta la parete di piastrelle potete fermarvi a tre quarti.

Per un bagno moderno scegliete delle mattonelle scure in contrasto con l’intonaco del muro del soffitto e ricoprite tutta la parete, se invece preferite uno stile più classico scegliete dei colori più tenui, come i toni pastello, magari accostando qualche piastrella di colore diverso per creando un gioco di colori. Tuttavia, per un risultato esteticamente eccellente meglio non superare tre tipologie di piastrelle sia per quanto riguarda il colore che la forma.

Materiali per piastrelle del bagno

Il bagno è un ambiente che deve rimanere pulito per cui va considerato, nella scelta dei materiali delle piastrelle, anche la necessità di pulirlo spesso. Le mattonelle in ceramica sono sicuramente le più facili da pulire, mentre quelle in legno, in pietra, in gres porcellanato e altro sono più complesse da detergere e inoltre si sporcano più facilmente. Se si opta per questa seconda categoria di materiali bisogna ricordarsi a cosa si va incontro e sapere che bisognerà avere qualche accortezza in più.

In generale i materiali più richiesti per le piastrelle del bagno sono la ceramica e il gres porcellanato, con la possibilità per entrambi di sceglierne diverse versioni, alcune di colorazione naturale, altre colorate artificialmente, opache o lucide, tinta unita o con decorazioni personalizzate. Altri possibili materiali utilizzabili per le piastrelle del bagno sono la pietra naturale, la pietra acrilica e anche il legno.

Quest’ultimo è molto delicato e per resistere senza deformarsi ne rovinarsi in un ambiente umido come quello del bagno deve essere trattato con determinate tecniche impermeabilizzanti. Questo discorso vale un po’ per tutti i materiali con cui si realizzano le piastrelle del bagno, ma in particolare per il legno che se soggetto a vicinanza con acqua e vapore può gonfiarsi e rovinarsi ulteriormente.

In fase di costruzione o ristrutturazione di casa si può dare davvero sfogo alla propria creatività anche, se non soprattutto, per il bagno. Giocando con le mattonelle, le loro forme, la loro posizione, si possono creare giochi di luce per illuminare l’ambiente.

Prezzi mattonelle per bagno

Le tipologie di piastrelle per bagno più utilizzate hanno prezzi molto diversi tra loro: quelle in cotto possono raggiungere i 70 euro al metro quadrato, mentre se si opta per il gres porcellanato ci si ferma ai 40 euro al metro quadrato. Le piastrelle in mono o bi-cottura sono le più economiche e hanno dei prezzi che si aggirano sui 10 euro al metri quadrato.

Bisogna considerare che per un bagno di quattro metri per quattro la superficie da ricoprire, se si opta per una copertura totale è di poco meno di venti metri quadrati. Ultimo, ma non per importanza, bisogna considerare nel preventivo anche il costo della manodopera del piastrellista che di solito per l’intero lavoro vi costerà sui 500-600 euro.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here