Idee utili e originali per un unico scopo: arredare la cucina in stile scandinavo, sfruttando linee moderne, dettagli di design e spazi pensati apposta per la condivisione e la conversazione, la vera formula magica della cucina scandinava anche nella propria casa grazie a soluzioni low cost, però senza rinunciare al made in Italy grazie al negozio Pari Cucine.

Scandinavia nell’angolo cottura

Lo stile scandinavo sta andando per la maggiore anche in Italia e, sorprendentemente, la zona in cui questo stile viene usato alla grande è a cucina. Ovviamente, c’è una ragione validissima: questa è la stanza più importante per gli italiani, in quanto qui calore e condivisione vengono amplificati.

Si sa che la cultura italiana viaggia anche attraverso il cibo. Infatti, sono pochi gli italiani che saltano volutamente le canoniche festività natalizie e disertano quindi i pranzi e le cene coi parenti. Veri e propri banchetti che variano da regione a regione: dalla gastronomia nordica che tende a rispolverare i piatti poveri, a quella del Sud Italia con leccornie memorabili, pur mantenendo la tradizione.

E come cucinare tutto questo, se non grazie a uno spazio funzionale ma allo stesso tempo esteticamente gradevole? Il negozio Pari Cucine, azienda leader dell’arredo e del design non solo di cucine, bensì anche di altri ambienti della casa come la zona living, il bagno o la zona notte,  mete a disposizione dei veri e propri esperti tra progettisti e designer al fine di pianificare e realizzare l’arredamento dei propri sogni. Una tendenza che sta spopolando soprattutto in territorio italico è quella scandinava.

Probabilmente, il boom è iniziato quando un noto marchio nordico ha aperto altri punti vendita e ha ampliato la sua presenza nel Belpaese, ma oltre che per i prezzi bassissimi, gli italiani sono molto attratti dalle linee minimal, dai materiali e dai dettagli. Tanto da voler riproporre lo stile scandinavo soprattutto in cucina.

Caratteristiche arredamento scandinavo

Chi ama l’arredamento scandinavo e vorrebbe proporlo nella zona cottura, dovrà tenere conto della luce. L’illuminazione ha un ruolo fondamentale per la riuscita di questo progetto, in quanto valorizzerà il legno, un materiale che dovrà predominare ed essere alternato a un arredo essenziale ma funzionali, dettagli minimal e all’uso di colori tenui.

L’ideale sarebbe partire da una base bianca, vera caratteristica delle case dei popoli scandinavi. C’è una ragione: i paesi del Nord Europa vivono interi mesi al buio, quindi arredamento e pareti chiari sono vitali. Infatti, le case nordiche hanno pareti bianche, così come gli arredi. Inoltre, il bianco trasmette l’idea di ordine e pulizia. Per non parlare della versatilità di questa nuance, la quale riesce a valorizzarsi senza sovrastare gli altri complementi di arredo, sia moderno, sia essenziale, sia rustico.

Anche l’utilizzo del legno è da imputare al territorio, visto che è il materiale più reperibile in quelle zone. Inoltre, esso è ecologico e funziona da isolante. Le tonalità chiare e naturali innescano la magia di una atmosfera calda e accogliente e può essere usato per creare la propria cucina scandinava sia per la pavimentazione, sia per i complementi di arredo. Le essenze più indicate sono betulla, acero, pino, quercia e frassino.

Cosa valorizzare in una cucina scandinava

Ovviamente, troppo bianco e troppo legno stanca: la cucina scandinava deve essere briosa, tanto che si possono aggiungere mobili dalle tonalità vivaci come giallo, turchese, rosa, blu o grigio. Lo scopo resta è aggiungere carattere alla camera, senza però sovraccaricare gli spazi.

Ma l’elemento protagonista è l’illuminazione: luci funzionali e di design per un ambiente luminoso. Avere luce in cucina è il must dello stile scandinavo e si possono studiare soluzioni di design che aggiungono un tocco molto sofisticato. Faretti, lampade da terra e lampadari sospesi che focalizzano l’attenzione su un dettaglio, come ad esempio il tavolo in legno.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here