Tunisi, la Capitale della Tunisia, è una città affascinante, piena di storia e cose da vedere. Nella periferia nord della città ci sono le rovine di Cartagine, l’antica città protagonista di aspre battaglie e guerre con l’antica Roma. “Cartago delenda est”, dicevano i Romani, Cartagine è distrutta ed effettivamente lo si può vedere con i propri occhi…

Dove si trova Tunisi

Tunisi si trova nella parte più settentrionale ed orientale della Tunisia, a circa soli 150 Km a sud della Sicilia. Questa zona della Tunisia è rigogliosa, piena di vegetazione e coltivazioni soprattutto di frutta ma anche di ortaggi.

Dalle tantissime palme da dattero che si trovano in Tunisia e soprattutto nella zona di Tunisi si raccolgono questi frutti che, essiccati, sono deliziosi, dolcissimi, una prelibatezza di alta qualità conosciuti ed apprezzati in tutto il mondo.

Come raggiungere Tunisi

Tunisi è dotata di un moderno aeroporto internazionale dove molte compagnie internazionali, anche Low Cost hanno piena operatività, quindi è facilissima da raggiungere dall’Italia in poco più di due ore di volo, un breve tempo per trovarti in un mondo completamente diverso.

La sua vicinanza alla Sicilia consente dalla nostra grande isola, di raggiungere Tunisi in breve tempo anche via mare, anche in questo caso raggiungendo il Paese nord africano comodamente, in pieno relax.

La città vecchia

Tunisi, città multi millenaria, è estremamente varia, con una parte nuova, in piena espansione con un aspetto assolutamente moderno e la parte vecchia, caratteristica, suggestiva, dove i profumi del,e spezie riempiono le strette strade.

La Medina, la città vecchia, è un insieme di storia, cultura, religione, dove i colori, le voci, le tradizioni si fondono a creare un ambiente certamente unico. L’architettura è tipicamente coloniale e sebbene l’arabo sia la lingua ufficiale, tutti parlano il francese e moltissimi anche l’italiano.

La Avenue Habib Bourguiba

Sin tratta di un lungo viale dedicato al primo Presidente della moderna Tunisia, affrancata dal colonialismo francese, che ricorda gli Champes Elisee che ha inizio dalla Place de l’Horologe anche conosciuta come Place 14 Janvier poiché qui ebbe inizio la Rivoluzione tunisina del 2011.

In questa piazza si trova la torre che ospita un grande orologio, il monumento forse più visitato di Tunisi. Da qui prosegui per inoltrarti nella Medina. Qui trovi di tutto, venditori di pane, di fiori, i lustrascarpe che in Italia esistevano molti decenni fa e ora sono scomparsi, donne che realizzano tatuaggi all’Henné e su tutto risuonano le preghiere dei muezzin.

L’attenzione deve andare al Theatre Municipal, un esempio unico in Africa e in Asia di architettura Art Nouveau che, nel periodo del Ramadan vede quasi ogni sera rappresentazioni musicali che immergono totalmente nella cultura tunisina.

Poco oltre si trova anche la Cattedrale Cattolica di San Vincenzo da Paoli, simbolo della libertà e della tolleranza religiosa che non sempre è presente nei Paesi Musulmani. Di sabato e domenica nella Cattedrale si celebrano messe in francese, italiano e spagnolo.

La Medina di Tunisi è Patrimonio Mondiale dell’Umanità, proclamata tale dall’Unesco fin dagli anni ’70. Visitando la Medina vedi porte colorate, minareti, inferriate antiche, negozietti di ogni genere, tutto distribuito in vicoli stretti in cui potrai notare le influenze culturali di tanti popoli che hanno abitato Tunisi in passato.

La struttura della Medina

Al centro della Medina c’è la Grande Moschea Zeituna che risale al 703 d.C. e da qui si diramano i diversi Suk, dei librai, dei profumieri, delle stoffe pregiate, degli orefici eccetera, tutto da vedere.

Il Museo del Bardo

Non puoi visitare Tunisi senza vedere il Museo del Bardo, anche recentemente balzato alla ribalta delle cronache per il grave atto terroristico che ha provocato morti e feriti. Il Museo, però, è un importante testimonianza artistica e culturale.

Al suo interno numerosi reperti dai principali siti archeologici tunisini e mosaici Romani. Oltre a questi anche esposizioni culturali arabe antiche ed attuali.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here