Quartieri dell’Arte, Vitorchiano ospita 9 spettacoli del festival

Dal 15 settembre al 5 novembre teatro contemporaneo al complesso di Sant'Agnese

Il festival internazionale di teatro contemporaneo Quartieri dell’Arte, diretto da Gian Maria Cervo e giunto alla ventunesima edizione, avrà quest’anno in Vitorchiano una delle due sedi principali, insieme a Viterbo. Location degli spettacoli sarà il complesso di Sant’Agnese, recuperato grazie al Comune.

Dopo l’apertura del festival avvenuta a Tuscania dal 6 al 9 settembre e in seguito ad alcune date nel capoluogo, dal 15 al 17 settembre a Vitorchiano, dalle ore 17, andrà in scena una versione site specific della “Maria Stuarda” di Friedrich Schiller, per la regia di Marco Lucchesi e le interpretazioni degli allievi provenienti dalla Scuola di Teatro e perfezionamento professionale del Teatro di Roma, affiancati dalle attrici Daniela Giordano e Viola Graziosi. Una produzione del Teatro Due Roma, una messa in scena che assume la forma di un community project grazie al consistente apporto dell’associazione Ianus e delle molte vivaci realtà culturali vitorchianesi.

Sottolineo il ruolo sempre maggiore di Vitorchiano – commenta il sindaco Ruggero Grassottiin un festival importante come Quartieri dell’Arte e nel panorama culturale della Tuscia. Ringrazio fin da subito Ianus e le altre associazioni coinvolte, perché se non ci fossero loro molte cose non si realizzerebbero”.

Il ciclo tematico di Quartieri dell’Arte 2017 è “Ricostruzione di una città”, riferito a Viterbo, una celebrazione transnazionale e intergenerazionale di Viterbo e dei geni creativi che l’hanno abitata attraverso i secoli, concentrandosi soprattutto sui tratti storici e identitari della città colpiti da damnatio memoriae. Saranno realizzati progetti teatrali dal deciso taglio contemporaneo su figure come Michelangelo Buonarroti e altri personaggi di epoca rinascimentale e moderna. “Allora, grazie a questi importanti meccanismi di collaborazione – continua Grassotti – si innesca, per quanto riguarda Vitorchiano, un processo di ‘ricostruzione del borgo’. Limitare il recupero di un centro storico alla sola funzione abitativa è riduttivo, quindi un borgo per essere vivo deve avere anche la capacità di ospitare e promuovere eventi di questo tipo”.

La partnership tra Quartieri dell’Arte e l’Accademia di San Luca è stata, inoltre, l’occasione per rinforzare il legame di Vitorchiano con un artista nativo del paese, Andrea Aquilanti, le cui installazioni saranno presenti durante il festival al complesso di Sant’Agnese (inaugurazione 22 settembre ore 16, apertura al pubblico fino al 5 novembre).

Dopo “Maria Stuarda”, Vitorchiano ospiterà altri otto spettacoli di Quartieri dell’Arte, in orario pomeridiano o serale: 28-29 settembre “Tuffatori, gente di coraggio n. 1, 2, 3, 4, 5”; 30 settembre-1 ottobre “Michelangelo e il pupazzo di neve”; 5-7 ottobre, “La demolizione del mammuth. La lottatrice di sumo. La città di Adamo”; 12-14 ottobre, “Operazione Condor, il volo di Laura”; 20-21 ottobre, “Erasmegidio. Di api e di caos”; 25-27 ottobre “Fiesco”, 29 ottobre, “L’uomo più crudele”; 1-5 novembre “Michelangelo Entangled”; inoltre, gli estemporanei “Response plays” di Aldo Pennello.

Per ulteriori informazioni: www.quartieridellarte.it.

You must be logged in to post a comment Login