Tarquinia, torna la rassegna “Tra i rami dell’arte”

Per il terzo anno consecutivo torna a Tarquinia la rassegna “Tra i Rami dell’Arte”: l'appuntamento è presso il parco privato “Felice De Sanctis”, in località Fontana Nova, l’11, 12 e 13 agosto 2017, tutti i giorni dalle 19 alle 24

Saranno tre serate all’insegna dell’arte, della musica e della natura. Una location incantevole, immersa nel verde e nella magia panoramica di un giardino privato che viene aperto al pubblico solo per questa occasione e che affaccia su una vista mozzafiato da cui si ammirano il mare e l’Argentario.

Per questa terza edizione ogni sera si esibiranno musicisti professionisti, di fama nazionale e internazionale, per un intrattenimento live eseguendo un repertorio di standards jazz e brani originali: Elisa Mini alla voce, Alessandro Bravo al piano, Francesco Pierotti al contrabbasso, Ettore Fioravanti e Bernardo Guerra alla batteria. Ogni sera si esibirà con una attività di live painitng la pittrice statunitense Caridad Isabella Barragan, mentre una performance di body painting firmata Roberta Micozzi allieterà gli spettatori lungo il percorso artistico all’interno del quale si potranno ammirare opere che vanno dalla pittura alla fotografia, dalla scultura alle più creative istallazioni luminose o in ceramica e legno.

L’evento, che ha il patrocinio del Comune e della Pro Loco di Tarquinia, è interamente supportato da Bruno De Sanctis, che è il proprietario del parco “Felice De Sanctis”, da sponsor privati e da tanto volontariato. Tutta l’organizzazione e la logistica sono infatti curati da un gruppo di persone (Fabrizio Bussoletti, Primo Andreini, Devid Fiorucci, Maurizio e Roberto Benedetti, Valeria Conticiani) che hanno ideato e preso a cuore l’iniziativa, insieme al padrone di casa, e che ogni anno si impegnano  per la realizzazione e la crescita di un evento iniziato per gioco ma la cui crescita è stata costante, con oltre 2mila presenza per ogni edizione.

Bruno De Sanctis, amante dell’arte e della natura, mette a disposizione il suo ampio giardino che si estende tra discese, siepi, alberi secolari, ponticelli in legno, scale in pietra, fontane e laghetti artificiali contornati di ninfee. Un rifugio che dona benessere a chiunque abbia il privilegio di affacciarcisi. La proprietà è stata acquistata a metà del Novecento dal poeta Titta Marini, del quale ora De Sanctis conserva vivissimi ricordi di esperienze condivise, come testimoniato da alcuni quadri che riportano immagini e conversazioni scambiate tra i due.

Per info, dettagli, programma e immagini si veda la pagina FB dell’evento “Tra i rami dell’arte”.

Non ci sono articoli correlati

You must be logged in to post a comment Login