La nostra mente è fatta per dimenticare​

di Marta Frigerio

Non riuscire a tenere a mente tutto non è un difetto, al contrario si tratta di un meccanismo naturale e che ha svariati benefici. Questo è quanto emerge da uno studio pubblicato dal Canadian Institute for Advanced Research’s Learning in Machine and Brains Program. Secondo i ricercatori, il nostro cervello è progettato proprio per dimenticare, e non per immagazzinare informazioni.
L’obiettivo, infatti, è proprio quello di selezionare le cose che vale la pena ricordare e eliminare i fardelli. Insomma: se un concetto o una nozione è stata dimenticata è perché per il nostro cervello non valeva la pena immagazzinarla.


Dimenticare è un doppio aiuto

Bake Richards, neuroscienziato dell’Università di Toronto che ha condotto lo studio, spiega così il risultato: «Dimenticare è un fatto benefico. Sarebbe impossibile fronteggiare i problemi e le decisioni di tutti i giorni se il nostro cervello continuasse a riproporci vecchie informazioni». Lo studio, infatti, mostra come il processo di eliminazione delle informazioni dalla memoria abbia un duplice scopo: da una parte consente agli essere umani di essere pronti a nuove esperienze, senza essere ancorati al passato; dall’altra, semplifica i processi decisionali rendendo sempre disponibili le informazioni davvero essenziali.

fonte: Rivistanatura.com

Non ci sono articoli correlati

You must be logged in to post a comment Login