Il flauto protagonista al Beethoven Festival Sutri

Per l’edizione 2017 è arrivato il momento del doveroso e tanto atteso tributo al ricordo di Angelo Persichilli

Tommaso Pratola
Tommaso Pratola

Due sono gli appuntamenti dedicati alla magia del suo flauto che rappresentano il giro di boa di questa edizione. Martedì 11 luglio alle ore 18 presso Villa Savorelli (ingresso libero) si esibiranno gli allievi della classe di flauto di Paolo Rossi, accompagnati al pianoforte dalla pianista Manuela Marcone. In programma capolavori del repertorio flautistico di Haendel, Bach, Vivaldi e Reinecke. Il secondo appuntamento, mercoledì 12 luglio ore 21 presso la Chiesa di San Francesco, è con il giovanissimo e già pluripremiato Tommaso Pratola e la pianista Manuela Marcone. L’evento, dal titolo “Magia del flauto in concerto, è un’ occasione da non perdere per gli appassionati e propone un programma estremamente ricco e articolato attraverso l’Europa da Bach ai giorni nostri. Verranno eseguiti la Chaconne per flauto solo del tedesco Sigfrid Karg-Elert, la Partita in la minore BWV1013 per flauto solo Johann Sebastian Bach, il Nocturne et Allegro Scherzando del francese Gaubert, la Sonata del cecoslovacco Schuloff e Circumambulation per flauto solo del compositore francese Yan Maresz. Paolo Rossi, diplomato in flauto e percussione al Conservatorio “S. Cecilia” di Roma, ha iniziato giovanissimo, come flautista, una collaborazione con le maggiori orchestre della capitale. Diretto, tra gli altri, dai Maestri Muti, Chung, Sinopoli, Sawallisch, Oren, Bernstein, Prêtre. Insieme all’attività in orchestra ha svolto attività concertistica in svariate formazioni di musica da camera: flauto e pianoforte, quintetto di fiati, flauto e arpa, collaborando con il “Gruppo di Roma” in numerosi concerti. Docente di conservatorio dal 1981, è attualmente titolare della cattedra di flauto presso il conservatorio “A. Casella” di L’Aquila. Tommaso Pratola allievo di Paolo Rossi, si diploma nel 2013 al Conservatorio “A.Casella”. Nel 2010 ha vinto la borsa di studio al Concorso indetto dalla Società umanitaria a Milano, e il Premio delle Arti indetto dal MiuR. È vincitore dell’audizione come membro effettivo dell’OGi (Fiesole) ed è stato selezionato “full member” dell’EuyO (2013/2014). Nel 2015 vince il premio “Tomasi headjoint” del “15th Gheorghe Dima international flute competition”. È stato primo flauto dell’orchestra del “Teatro Petruzzelli”. Nel 2016 consegue il Master Concert all’“Haute Ecole de Musique de Gèneve” e da ottobre 2016 studia nell’”Hanns Eisler Hochscule fur Musik” (Berlino). Manuela Marcone si è diplomata al Conservatorio “Claudio Monteverdi” di Bolzano con il massimo dei voti sotto la guida di Lucia Passaglia. Sin da giovanissima si è distinta in vari concorsi pianistici, tra cui:  Concorso “F. Liszt” (1° Premio), Concorso “Città di Treviso” (3° Premio), Concorso di Esecuzione Musicale Caltanissetta (1° Premio). Si è esibita per importanti Associazioni Musicali, tra cui: “Accademia Filarmonica Romana”, “Amici della Musica” di Firenze, “Agimus”, “Estate Musicale” di Alghero, “Società Umanitaria” Milano. Si è perfezionata con i Maestri Sergio Fiorentino, Alexander Lonquich, Konstantin Bogino. Si è dedicata con particolare attenzione alla Musica da Camera collaborando tra gli altri con i Maestri Andrea Oliva, Giampaolo Pretto, Paolo Taballione, Rien de Reede. Attiva anche come camerista, è stata ospite della Giovane Orchestra d’Abruzzo  a Dakar ed ha appena concluso una tournèe in Europa  suonando a Colonia, Lussemburgo, Vilnius, Budapest, Varsavia, Bucarest. E’ docente presso il Conservatorio “Luisa D’Annunzio” di Pescara.

Maggiori info: www.beethovenfestivalsutri.com

You must be logged in to post a comment Login