Capodimonte, Andrea Seki presenta “la Trance: tra musica celtica e indiana”

Appuntamento per il workshop-laboratorio musicale, dall'11 al 14 maggio presso La Bella Verde (Via Verentana, 47) Capodimonte

PROGRAMMA LABORATORIO

Lo studio e la pratica musicale sarà, sia insieme che individuale e sarà diviso nei primi due giorni, in un tempo di pratica di 6 ore al giorno (se servirà anche di più), tra mattina e pomeriggio. Il training sonoro d’insieme consisterà nel suonare apprendere e interiorizzare i temi i ritmi e le melodie e gli elementi che verranno studiati durate i giorni di stage. Si apprenderanno così le melodie direttamente sugli strumenti e “ad orecchio”, come si usa sia in India per lo studio della musica indiana sia nello studio dell’arpa celtica in Bretagna e nelle musiche tradizionali delle tradizioni cosiddette “celtiche”.

Queste tradizioni presenti anche in Italia, hanno un valore culturale e sonoro molto antico che si situa alle origini delle tradizioni musicali europee, come la musica bretone, oggi divenuta patrimonio dell’umanità, questa presenta elementi  comuni a molte musiche e tradizionali del mediterraneo (la Sardegna per esempio) la cui origine e’ alla base della cultura europea stessa. Questo aspetto e’ molto importante in quanto si apprenderanno alcuni temi come la danza detta Laridè bretone, “oil  Plin  e an Dro” , che presentano forti aspetti di natura trance e ipnotica, che conducono i musicisti come pure i danzatori nel caso delle feste bretoni in uno stato di trance dove scaturisce l’ elemento creativo e dove alla danza si aggiungono nuovi temi e nuovi passi per arrivare ad un equilibrio interno particolare, questo equilibrio basato sulla pulsazione del ciclo ritmico innesca un processo evolutivo e un cambiamento dello stato di coscienza, che e’ alla base su cui si cercherà di lavorare durante il laboratorio sonoro.

Verranno appresi almeno 2 temi di danze celtiche di natura trance composti da più parti, la pratica di questi ritmi e melodie comporta una particolare concentrazione, un approccio più meditativo per risvegliare un immaginario sonoro ricco di evocazione e colori legato alla natura stessa dei temi…

Lavoreremo all’introduzione ad 1 o 2 raga indiani, quindi un lavoro sulla scala e lo studio di una composizione melodica tratta dal raga scelto, un lavoro sull’improvvisazione di un’introduzione al raga (Alap).

Lavoreremo sul ciclo ritmico di 16 beat (Tin Tal) il suono e a pratica di alcuni tan  o variazioni, e sequenze melodico-ritmiche importanti per la pratica dell’improvvisazione!

Tempo permettendo, si apprenderà un canto devozionale (Bajan) con un testo semplice (mantra) che si lavorera insieme sia nel canto che sugli strumenti.

Nei giorni del laboratorio si cercherà di formare un programma di almeno 30 minuti da poter suonare la domenica 14 in live performance come possibile concerto di fine stage (dopo il Pranzo della Festa alla Primavera, in programma alla Bella Verde)

Il costo totale per lo stage musicale e’ di soli 125 euro totali a persona (compresa la tessera) per l’intero corso.

Si può decidere di partecipare anche a un solo singolo giorno di laboratorio (per chi si prenota lasciando un anticipo entro il 25 aprile avrà uno sconto di 15 euro sul totale). Al momento dell’iscrizione verrà fornito del materiale didattico come file midi e partiture.

Per il pranzo ci sarà la possibilità di mangiare presso il bio-ristoro della Bella Verde, tramite prenotazione (10 euro circa a pasto).

Per chi ha necessità di dormire c’è a disposizione la Sala Mandala (in dormitorio in sacco a pelo), a un prezzo modico di 10 euro a notte, a sostegno della Bella Verde.

Ci sono inoltre diversi B&B e alloggi nelle vicinanze.

Orari:

  • Giovedì 11 – ore 15:30 – 18:30
  • Venerdì 12 – ore 9:30 – 12:30 , 15:30 – 18:30
  • Sabato 13 – ore 9:30 – 12:30 , 15:30 – 18:30
  • Domenica 14 – 16:00 c.a Concerto

Nei momenti di pausa sarà possibile fare una passeggiata sulle rive del lago.

Si potrà andare inoltre tutti insieme la mattina della domenica 14 Maggio ad assistere al famoso evento religioso e folkloristico delle “Passate” per la festa della Madonna Santissima del Monte a Marta (VT). E’ previsto poi il ricorrente pranzo sociale-conviviale di ogni anno alla Bella Verde per festeggiare tutti insieme la primavera. Dopo pranzo e dopo il concerto di fine stage, ci sarà la possibilità di suonare con il proprio strumento in una libera jam session.

Per chi è indicato il laboratorio:

Il laboratorio è indicato sia per arpisti (che abbiano almeno delle basi tecniche acquisite) sia per tutti quei musicisti praticanti strumenti melodici e armonici occidentali (piano, chitarra, flauto, violino, ecc.) che anche per quei musicisti di strumenti antichi e etnici particolari del mondo della musica indiana (sitar, bansuri, sarod, santoor, ecc.) e della word music in generale. Il laboratorio sarà propedeutico alla futura creazione di una World Music Ensamble della Tuscia.


Per partecipare è necessario portare il proprio strumento e l’eventuale amplificazione.

Il Workshop sarà a cura di: Andrea Seki (Elfic Circle Project) www.andreaseki.eu

FaceBook: ANDREA SEKI Elfic Circle Project

Presso: La “SalaMandala” – La Bella Verde Via Verentana, 47 – Capodimonte (google maps: https://goo.gl/maps/Jeg6XVhziqE2)

per info e prenotazioni:

PAOLO BASHIR ANSALONI 347.8536165

ANDREA SEKI

  • +33 – (0)6 03 88 27 23 (Mobile)
  • +33 – (0)2 90 94 27 20 (Fixe)

You must be logged in to post a comment Login