Fermiamo il festival della carne di cane!

Nessun essere vivente senziente dovrebbe in alcun modo essere costretto ad abusi e torture, e nessuna persona dotata di logica e raziocinio potrà mai dire il contrario

Spettabile Governo Cinese,

La Cina, con la sua ricca storia di cultura e tradizioni millenarie, è ormai anche un paese dichiaratamente annoverato tra le superpotenze economiche mondiali, con una popolazione ad un alto tenore di vita frutto di un raggiunto benessere sociale ed economico.

Tuttavia, con il grande successo arrivano anche le grandi responsabilità e in quanto cittadini del mondo, siamo scioccati e disgustati dalla crudeltà e dalle sofferenze inflitte su inermi animali da compagnia, i cani e gatti di Yulin, uccisi durante l’annuale Yulin Dog Meat Festival. Questo barbaro modo di trattare gli animali si scontra fortemente con il progresso sociale raggiunto dalla Cina in questi ultimi anni. Le differenze culturali non c’entrano, c’entra la necessità di trovare modi eticamente corretti e compassionevoli di interagire col mondo animale. E’ sotto gli occhi di tutti che le inumane torture perpetrate a Yulin rappresentano una vera e propria macchia indelebile nella storia recente della Cina. Gli stessi animali che abbiamo scelto come compagni di lavoro, come nostri occhi quando non siamo in grado di vedere, come guardiani delle nostre case e delle nostre famiglie, con cui condividiamo il nostro cibo e che sono i nostri migliori amici da centinaia di anni vengono massacrati nei modi più mostruosi. Esistono molti video su Youtube, a testimonianza di ciò, che non sono facili da guardare. E indipendentemente da come la si pensi in merito al consumo di qualsiasi animale, nessun essere vivente senziente dovrebbe essere in alcun modo costretto a sottostare ad abusi e torture e nessuna persona dotata di logica e raziocinio potrà mai dire il contrario. Cani e gatti patiscono sofferenze indicibili per mano di contadini, mercanti e macellai venendo bastonati, bruciati e bolliti ancora vivi. E non tutti questi animali vengono “allevati” a questo scopo, molti sono animali domestici rubati alle loro disperate famiglie.

Il trattamento barbaro degli animali da compagnia di Yulin si pone in netta contrapposizione con l’immagine elegante, sofisticata e moderna che la Cina cerca da tempo di mostrare al resto del mondo.

Finché Yulin e i rappresentanti del governo cinese non cominceranno a combattere questa pratica con forza e decisione implementando una legge per la protezione degli animali da compagnia come primo passo per porre termine a questa pratica vergognosa, io protesterò per le decine di migliaia di animali da compagnia negletti, abusati e torturati, costretti ad una vita miserrima e pene indicibili e letali in tutta Yulin e in tutte le altre città che forniscono animali a Yulin.

ENGLISH VERSION


Per maggiori informazioni, visita: (attenzione, video e contenuto altamente violenti)

To learn more, please visit: (warning, highly violent videos and content)

FIRMA LA PETIZIONE

You must be logged in to post a comment Login